Cosa Sono I Buoni?

A seguito della diagnosi effettuata dal medico specialista, il celiaco ha diritto ai prodotti dietetici senza glutine, indispensabili per la sua dieta, rigorosa ed irreversibile. I prodotti sostitutivi presenti nel Registro Nazionale Alimenti Senza Glutine e contraddistinto dal marchio verde e bianco riportato in etichetta, possono essere acquistati nei: negozi specializzati, nelle GDO (supermercati), nelle parafarmacie e nelle farmacie, pubbliche e private, fino al raggiungimento di un tetto di spesa mensile, fissato dal decreto del 04/05/2006, secondo quanto segue:
fino ai 10 anni di età i tetti di spesa sono parificati per maschi e femmine e sono modulati in questo modo:
dai 6 mesi a 1 anno  Euro 45,00; fino a 3,5 anni Euro 62,00; fino a 10 anni Euro 94,00;
dai 10 anni d’età Euro 140,00 per gli uomini e Euro 99,00 per le donne.
(Vista l’autonomia delle Regioni, in alcuni casi questi tetti di spesa possono essere differenti).
La differenza degli importi fra bambini, Maschi e Femmine adulti si basano sul diverso fabbisogno calorico tra i due sessi stabilito nelle tabelle dei LIVELLI DI ASSUNZIONE GIORNALIERI RACCOMANDATI DI NUTRIENTI PER LA POPOLAZIONE ITALIANA (L.A.R.N) e redatte dalla SOCIETÀ ITALIANA DI NUTRIZIONE UMANA.

Occorre inoltre ricordare che l’importo del buono non è una regalia dello Stato a compensazione per la nostra patologia, ma è una cifra a parziale copertura della differenza fra il prezzo del prodotto “normale” e del corrispondente “senza glutine” per quanto riguarda quella parte di carboidrati che dobbiamo acquistare attingendo al registro nazionale dietetici e cioè ai prodotti sostitutivi senza glutine, come: pasta, farina, pane, fette, cracker, grissini, biscotti, dolci, etc.

Inoltre gli importi sono stati studiati tenendo conto del fabbisogno medio mensile di una persona per l’acquisto di quella quota di carboidrati tenendo conto che anche tra i carboidrati alcuni di essi sono naturalmente senza glutine (riso, patate, mais) e che grande parte della nostra alimentazione dovrebbe basarsi sui moltissimi alimenti naturalmente privi di glutine che non fanno parte della categoria dei carboidrati, come per esempio: carne, pollame, verdure, frutta …ecc.).

In Umbria  chi è diagnosticato celiaco/a ha diritto all’erogazione di alimenti senza glutine, il tetto di spesa mensile è spendibile in tutti gli esercizi convenzionati con la ASL.
Elenco degli esercizi autorizzati all’erogazione degli alimenti senza glutine: http://www.uslumbria1.gov.it/pagine/celiachia-informazioni-ed-approfondimenti-utili

In Umbria, con la D.G.R. 1141: “Prodotti senza glutine ai soggetti affetti da celiachia: ampliamento delle modalità di erogazione”,  si è ampliata l’erogazione gratuita degli alimenti consentendo anche a negozi specializzati e GDO la possibilità di potersi convenzionare con le ASL.
La dematerializzazione del buono consente ai celiaci umbri, tramite il proprio tesserino fiscale, di poter acquistare negli esercizi convenzionati in ogni punto della regione e fino al tetto di spesa mensile di cui si ha diritto.

Il responsabile della veridicità della dichiarazione di spesa è il soggetto assistito, cioè il celiaco; pertanto consigliamo sempre di verificare prima di firmare, per evitare o correggere eventuali errori, che gli articoli registrati siano effettivamente quelli che avete ritirato presso il vostro punto vendita. Ricordiamo che non è possibile acquistare a carico del SSN (quindi con il buono) prodotti non notificati e non iscritti nel registro nazionale degli alimenti. Nel caso involontariamente venissero acquistati prodotti non erogabili a carico del SSN si rischia un’accusa di truffa a carico del Servizio Sanitario Nazionale.

Per concludere la legge 123 del 4 luglio 2005, pubblicata nella Gazzetta Ufficiale 7 luglio 2005 n.156, sancisce le norme per la protezione dei soggetti malati di celiachia e riconosce ai celiaci una serie di diritti come per esempio il diritto all’erogazione gratuita di alimenti senza glutine. Successivamente, il Decreto Legge del 04/05/2006 stabilisce le norme e fissato i tetti massimi di spesa a livello nazionale per l’erogazione dei prodotti senza glutine.

Nuovo Locale Gluten Free!

Nuovo locale Gluten Free a Terni!
Ramozzi Pane e… invita tutti all’inaugurazione che si terrà domenica 27 novembre 2016 dalle ore 17:00.
In questa occasione, oltre a degustare le specialità che i titolari vi offriranno, sarà possibile iscriversi ad AIC Umbria per il 2017 e ritirare la copia omaggio del libro di ricette ” Senza glutine? Naturalmente” seconda edizione, riservato ai nostri associati in regola con l’iscrizione del 2016.

Vi aspettiamo in tanti!

 

Zucca! Naturalmente Senza Glutine

Con il termine zucca vengono identificati i frutti di diverse piante appartenenti alla famiglia delle Cucurbitaceae, il periodo di raccolta in Italia va da settembre a Novembre; è comunemente usata nella cucina di diverse culture.
La zucca può essere consumata nelle diete, in quanto contiene pochissime calorie, apporta solo 18 Kcal per 100 grammi di prodotto; inoltre è ricca di caroteni e provitamina A, fosforo, ferro, magnesio e potassio, ed ha un buon quantitativo di vitamina C e vitamina del gruppo B.

Di seguito ecco alcune ricette:
Zuppa “Fai da Te” con Verza, Zucca e Patate  http://www.uncuoredifarinasenzaglutine.com/index.php/2015/10/31/zuppa-fai-da-te-con-verza-zucca-e-patate/
Tortino con zucca ed Emmenthal
http://www.uncuoredifarinasenzaglutine.com/index.php/2010/11/20/tortino-con-zucca-ed-emmentha/
Zucca fritta
http://www.uncuoredifarinasenzaglutine.com/index.php/2010/11/17/zucca-fritta-e-una-borsa/
Risotto alla Zucca
http://www.uncuoredifarinasenzaglutine.com/index.php/2010/10/29/risotto-alla-zucca/
Gnocchi di Zucca
http://www.uncuoredifarinasenzaglutine.com/index.php/2010/10/04/gnocchi-di-zucca/

 

 

 

Aic Umbria denuncia criticità nel percorso assistenziale per i celiaci

I celiaci umbri sono ormai più di 3000, Inoltre ogni anno vengono effettuate circa 250 nuove diagnosi in tutta la regione ed il numero dei pazienti è costantemente in aumento.

Queste persone (bambini , adulti, anziani) periodicamente devono sottoporsi ad analisi di controllo presso le i centri di riferimento accreditati della regione Umbria. La nostra associazione (Associazione Italiana Celiachia Umbria) che opera nella regione da anni a tutela dei celiaci, ha denunciato da tempo alle istituzioni politiche e sanitarie una forte criticità sui tempi ancora necessari per poter accedere ai servizi essenziali per la diagnosi e per i successivi follow up. Abbiamo proposto l’istituzione di ambulatori dedicati alla celiachia almeno nelle strutture ospedaliere più importanti per garantire un percorso diagnostico terapeutico ed assistenziale efficace che farebbe risparmiare risorse al servizio sanitario ma soprattutto abbrevierebbe i tempi necessari per definire una diagnosi ed eviterebbe complicanze per la salute dei soggetti interessati da tale patologia garantendo inoltre diagnosi certe. In caso di sospetta celiachia è infatti assolutamente necessario un accesso più rapido possibile alle prestazioni specialistiche per determinare la diagnosi ed iniziare la cura della dieta senza glutine, cosa che eviterebbe al celiaco complicanze e l’insorgenza di altre patologie irreversibili, situazione che andrebbe ulteriormente a gravare anche sul sistema sanitario.

AIC Umbria rinnova alle istituzioni la propria disponibilità al confronto ed auspica il riattivarsi del percorso iniziato tempo fa per poter garantire in tempi certi l’attuazione delle soluzioni auspicate. Speriamo che quanto prima venga risolta anche la criticità presente nelle strutture ospedaliere di Foligno e Perugia, le più frequentate dai celiaci, dove nei punti ristoro all’interno delle stesse purtroppo troviamo veramente poco senza glutine.

Proponiamo che nei capitolati d’appalto venga inserita una clausola che garantisca poi questo servizio, intanto facciamo da subito appello alla sensibilità degli attori interessati per poter ovviare a tale problematica.

AIC Umbria è disponibile, come già palesato in passato, a dare tutta la collaborazione, l’assistenza e le informazioni del caso. Con le possibilità odierne, si potrebbe garantire ai celiaci che devono recarsi per gli esami di controllo a Perugia e Foligno (centri accreditati per la diagnosi) un servizio sicuramente migliore.

Invitiamo coloro che avessero bisogno di supporto, o che volessero denunciare eventuali incongruità nei percorsi che devono per legge essere garantiti, a contattarci: www.celiachiaumbria.it – info@celiachiaumbria.it

Samuele Rossi – presidente AIC Umbria               Assemblea regionale 23 marzo - Hotel Giò - Perugia

 

Pubblicato in News

CORSO AFC 1.12.2016


Illustrissimo,

con la presente siamo lieti di invitarla al prossimo corso USL Umbria 1 ed AIC Umbria rivolto alle strutture ricettive (Hotel – Ristoranti – Pizzerie – B&B – Bar/Caffetterie –Laboratori Artigianali) che intendono offrire un servizio e una produzione senza glutine.

Il corso si terrà giovedì 1 dicembre dalle 14.30 alle 18.30 presso la sede della Formazione USL Umbria 1 in via XIV Settembre, 79 – Parco S. Margherita – Palazzina Neri – Perugia.

Le ricordiamo che il corso è obbligatorio in base alla D.G.R. 1351 della Regione Umbria, è gratuito e vale come corso base per l’inserimento nella guida AFC (Alimentazione Fuori Casa) di AIC.

E’ obbligatoria la presenza del titolare o rappresentante legale della struttura e di un responsabile della cucina.

E’ consigliata la presenza del personale di cucina e di sala.

LA PRENOTAZIONE E’ OBBLIGATORIA (specificare i nominativi dei partecipanti)

Per info e prenotazioni:      cell  347.6886425

info@celiachiaumbria.it

 

Pubblicato in News

FORZA UMBRIA!!!

Un simbolo per la nostra regione, l’immagine che era stata scelta per la tessera socio AIC Umbria 2016: la piana di Castelluccio di Norcia. Ci siamo già attivati per dare, nelle nostre possibilità, sostegno ai celiaci terremotati ed i propri familiari, a tal proposito invitiamo chiunque a comunicarci esigenze e necessità. Questo sisma è una ferita ancora aperta e che brucia, ma siamo convinti, da umbri, che la nostra gente e la nostra terra, usciranno più forti da questa prova. L’idea per l’immagine da porre nella tessera socio 2017 già c’è, sono piccole cose difronte al dramma, ma anche i simboli, le immagini, il ricordo, possono e devono darci forza nel voler ricostruire, insieme.

Con forza e con orgoglio FORZA UMBRIA! La nostra piccola regione glutenfree.

tessera-aic-umbria-2016

 

Pubblicato in News

Funghi ed Erbe Spontanee – 29/30 Ottobre 2016

AVVISO: si comunica che, a seguito degli eventi sismici del 26 ottobre che hanno interessato la nostra regione, l’evento della 22° Mostra Convegno “Funghi ed Erbe Spontanee” prevista per i giorni 29 e 30 Ottobre 2016 al Chiostro San Nicolò a Spoleto è stato momentaneamente annullato.

 

Dal 29 al 30 ottobre 2016 A Spoleto presso il Complesso Monumentale San Nicolò si terrà la Mostra – Convegno “Funghi ed Erbe Spontanee”,
domenica 30 ottobre dalle ore 16.00 saremo presenti anche noi di AIC Umbria con lo Show Cooking e degustazione di gnocchi al Rosso Bastardo senza glutine a cura di Graziella Ponti (chef esperta glutenfree), con l intervento del presidente AIC Umbria Samuele Rossi e della Dietista Valentina Ricci.

Ingresso Gratuito