Corso di Panificazione Senza Glutine Chef Marco Scaglione – PERUGIA E TERNI

AIC Umbria ti aspetta al “Corso di panificazione senza glutine con pasta madre” con lo Chef Marco Scaglione
Sabato 9 Marzo a Perugia presso l’Etruscan Chocohotel dalle 14:00 alle 18:00
info: 3421664258
Sabato 23 Marzo a Terni presso Hotel Garden dalle 14:00 alle 18:00
info: 3314174681

Posti limitati!
NON MANCARE!!!

Celiachia: solo con la diagnosi si fa prevenzione. A Perugia il 22 Febbraio il sesto evento dei convegni paralleli promossi dell’Associazione Italiana Celiachia in tutta Italia

In Umbria mancano all’appello 5820 celiaci. Tanti sono i pazienti nella regione in attesa di ricevere una diagnosi di celiachia, una malattia ancora difficile da individuare, che, come un camaleonte, si nasconde spesso per molti anni. Nel 2019 l’Associazione Italiana Celiachia porta in tutta Italia i convegni paralleli per aggiornare la classe medica sul tema della diagnosi. 

Appuntamento presso il Best Western Hotel Quattrotorri di Perugia, Venerdì 22 Febbraio.

Perugia, 13 febbraio 2019– Le diagnosi di celiachia aumentano, in Umbria come nel resto d’Italia, ma il divario tra celiaci diagnosticati e celiaci attesi è ancora troppo ampio. Basti pensare che le diagnosi attuali su piano nazionale sono solo poco più del 30% di quelle attese. La celiachia infatti, malattia cronica sistemica, multifattoriale e con componente genetica, colpisce l’1% della popolazione, quindi in Italia oltre 600.000 persone. “Anche in Umbria i dati confermano ampiamente il fenomeno delle diagnosi nascoste: solo 3025 pazienti sanno di essere celiaci a fronte di un totale di 8840 attesi. Significa che 5820 persone, nella nostra Regione, sono celiache senza esserne ancora a conoscenza, con gravi conseguenze per la loro salute”, commenta Samuele Rossi, Presidente dell’Associazione Italiana Celiachia Umbria che Venerdì 22 febbraio ospiterà a Perugia il sesto dei convegni paralleli rivolti alla classe medica (MMG, PLS e specialisti) accreditati ECM, promossi da AIC e incentrati sul tema della diagnosi.

Il fenomeno dei pazienti non facilmente individuati, anche a causa di sintomi non classici, ha suggerito ai medici la definizione di “camaleonte clinico”, una malattia che, se non diagnosticata,  rappresenta un rischio per la salute dei pazienti e un problema di politica sanitaria significativo: il celiaco inconsapevole che assume glutine si espone a complicanze anche gravi, spesso irreversibili che ne compromettono la salute e gravano sull’intera collettività per i costi sanitari e sociali conseguenti. La diagnosi precoce di celiachia è una forma indispensabile di prevenzione.

Fondamentale, a questo proposito, la formazione della classe medica e la diffusione del Protocollo Diagnosi del Ministero della Salute, pubblicato in GU n. 191 il 19/08/2015, ma ancora poco applicato dalla rete medico scientifica. “Il legislatore affida – L.123/05 – alle regioni e alle province autonome il compito di definire un programma articolato che permetta di assicurare la formazione e l’aggiornamento professionali della classe medica sulla conoscenza della malattia celiaca, al fine di facilitare l’individuazione dei celiaci, siano essi sintomatici o appartenenti a categorie a rischio. Anche AIC, che nel 2019 compie Quaranta anni, vuole fare la sua parte: tra il mese di Gennaio e il mese di Marzo porteremo in tutta Italia il convegno “Protocollo di diagnosi e follow up” con l’obbiettivo di raggiungere un elevato numero di medici e diffondere informazioni scientifiche aggiornate e autorevoli sulla diagnosi e sul follow up della malattia celiachia”, dichiara Giuseppe Di Fabio, Presidente dell’Associazione Italiana Celiachia.

“È per noi motivo di orgoglio e soddisfazione ospitare in Umbria uno degli eventi del calendario dei convegni paralleli 2019 e le altre iniziative del fitto programma che celebra il 40esimo compleanno di AIC” afferma ancora Samuele Rossi  “una grande opportunità per promuovere la prevenzione attraverso la diagnosi precoce, migliorare e garantire lo stato di salute dei pazienti di oggi e di domani, senza dimenticare le positive ricadute sulla spesa sanitaria.”

Per scaricare il programma della giornata, consultare il calendario dei prossimi appuntamenti e ogni ulteriore informazione è a disposizione il sito web http://convegnoscientificoaic.celiachia.it/

Pubblicato in News

CORSO AFC 28 Novembre

Nuovo corso per i professionisti da USL Umbria 1 ed AIC Umbria. Il corso si terrà Mercoledì 28 novembre dalle 14.30 alle 18:30 presso l’Istituto Professionale Alberghiero, Commerciale, Tecnico Turistico “Felice Cavallotti” –
Città di Castello (PG)

Per info e prenotazioni: cell 3347523564 – info@celiachiaumbria.it

Vi ricordiamo che il corso è obbligatorio in base alla D.G.R. 1351 della Regione Umbria, è gratuito e vale come corso base per l’inserimento nella guida AFC (Alimentazione Fuori Casa) di AIC

 

Pubblicato in News

MODIFICA TETTI DI SPESA MENSILI

*** COMUNICATO IMPORTANTE ***
Considerato che il D.M. 10 agosto 2018:” Limiti massimi di spesa per l’erogazione dei prodotti senza glutine, di cui all’articolo 4, commi 1 e 2, della legge 4 luglio 2005, n. 123, recante: «Norme per la protezione dei soggetti malati di celiachia», pubblicato nella G.U. n 199 del 28/08/2018, ha rivalutato i limiti massimi di spesa, distinti per sesso e per fasce di età, abrogando il precedente D.M. 4 maggio 2006;
Il Ministero della Salute, con nota prot.36901 del 26/09/2018 acquisita al protocollo della Regione con n.: 0209602-2018 – E del 27/09/2018, ha chiarito che il Decreto 10 agosto 2018 si applica a decorrere dal 12 settembre e che per quanto riguarda le norme transitorie di cui all’art. 4, commi 1 e 2, fino alla pubblicazione del registro nazionale degli alimenti senza glutine aggiornato, occorre fare riferimento agli alimenti inclusi nel registro attualmente disponibile;
si informano tutti celiaci umbri che i tetti di spesa mensili a carico del servizio sanitario nazionale saranno modificati secondo la tabella che alleghiamo ed applicati nella nostra regione dal 1 novembre 2018.
AIC Umbria è a vostra disposizione per chiarimenti in merito.

 

 

 

 

 

 

 

Pubblicato in News

Settimana Nazionale della Celiachia

In occasione della settimana della celiachia AIC Umbria ti aspetta Giovedì 18 Maggio 2017 per una consulenza gratuita con i nostri esperti a Foligno, Terni e Perugia; in questa occasione avrai la possibilità di conoscere al meglio la celiachia e l’alimentazione senza glutine; scegli la sede per te più comoda e chiama per prenotare;
FOLIGNO: dalle 15:00 alle 19:00 presso Farmacia AFAM 2 – Via Roma 2, Foligno (PG); per prenotazioni chiamare al numero 377 1675973
TERNI: dalle 10:00 alle 12:30 e dalle 15:00 alle 19:00 presso la nostra sede di Terni in via delle Terre Arnolfe 46/G; per prenotazioni chiamare al numero 331 4174681
PERUGIA: dalle 10:00 alle 19:00 presso la nostra sede di Perugia in Via Palmiro Togliatti 73A/1 Corciano (PG); per prenotazioni chiamare al numero: 334 7523564

L’EVENTO è APERTO A TUTTI!!! TI ASPETTIAMO

CORSO AFC 29.05.2017

Illustrissimo,

con la presente siamo lieti di invitarla al prossimo corso AIC Umbria rivolto alle strutture ricettive (Hotel – Ristoranti – Pizzerie – B&B – Bar/Caffetterie –Laboratori Artigianali) che intendono offrire un servizio e una produzione senza glutine

Il corso si terrà lunedì 29 maggio 2017 alle 14.30 presso la sede di Aic Umbria in via Palmiro Togliatti 73/A1 Taverne di Corciano – PG (Primo piano. Di fronte a Gran Casa).

Le ricordiamo che il corso è obbligatorio in base alla d.g.r. 1351 della Regione Umbria, è gratuito e vale come corso base per l’inserimento nella guida AFC (Alimentazione Fuori Casa) di AIC.

E’ obbligatoria la presenza del titolare o rappresentante legale della struttura e di un responsabile della cucina.

E’ consigliata la presenza del personale di cucina e di sala.

Il corso si strutturerà in una parte teorica e in una prova pratica; la durata prevista è di circa quattro ore.

LA PRENOTAZIONE E’ OBBLIGATORIA (specificare i nominativi dei partecipanti)

Per info e prenotazioni: Dietista Aic Umbria – Valentina Ricci

cell.     334.7523564/ 347.6886425

mail:    info@celiachiaumbria.it

 

Pubblicato in News

TERNI GLUTENFREE

TERNI GLUTEN FREE II EDIZIONE

Evento soci AIC Umbria

26 FEBBRAIO 2017

Hotel GARDEN, Terni

Vi aspettiamo domenica 26 febbraio a Terni per una giornata dedicata al mondo del senza glutine in compagnia di AIC Umbria.

Consulenza di specialisti, corso di cucina, esposizione di aziende, degustazioni e animazione per bambini.

Programma della giornata:

  • dalle 10:00 alle 12:00 consulenza gratuita per gli associati su appuntamento con la dottoressa Valentina Ricci (max 20 min);
  • ore 15 apertura stand espositivi, omaggi e degustazioni;
  • ore 15:30 “cuciniamo con gusto e senza glutine” insieme allo chef

EMANUELA GHINAZZI alias “CAPPERA”

  • ore 17 pausa;
  • ore 17:30 seconda parte del corso di cucina;
  • ore 18:30 apericena gluten free (Su prenotazione entro il 23 febbraio)  costo 15 € adulti e 8 € bambini

Dalle 15:00 alle 19:00 “Facciamo Festa”, animazione per bambini e alle 17 “NUTELLA PARTY”.

L’evento è riservato e gratuito per gli associati in regola con il pagamento della quota 2017 e loro familiari/amici
(possibilità di rinnovo o iscrizione durante l’evento)

Per informazioni e prenotazioni contattare:

Monica Barbarossa 331 417 4681

 

 

Pubblicato in News

Cosa Sono I Buoni?

A seguito della diagnosi effettuata dal medico specialista, il celiaco ha diritto ai prodotti dietetici senza glutine, indispensabili per la sua dieta, rigorosa ed irreversibile. I prodotti sostitutivi presenti nel Registro Nazionale Alimenti Senza Glutine e contraddistinto dal marchio verde e bianco riportato in etichetta, possono essere acquistati nei: negozi specializzati, nelle GDO (supermercati), nelle parafarmacie e nelle farmacie, pubbliche e private, fino al raggiungimento di un tetto di spesa mensile, fissato dal decreto del 04/05/2006, secondo quanto segue:
fino ai 10 anni di età i tetti di spesa sono parificati per maschi e femmine e sono modulati in questo modo:
dai 6 mesi a 1 anno  Euro 45,00; fino a 3,5 anni Euro 62,00; fino a 10 anni Euro 94,00;
dai 10 anni d’età Euro 140,00 per gli uomini e Euro 99,00 per le donne.
(Vista l’autonomia delle Regioni, in alcuni casi questi tetti di spesa possono essere differenti).
La differenza degli importi fra bambini, Maschi e Femmine adulti si basano sul diverso fabbisogno calorico tra i due sessi stabilito nelle tabelle dei LIVELLI DI ASSUNZIONE GIORNALIERI RACCOMANDATI DI NUTRIENTI PER LA POPOLAZIONE ITALIANA (L.A.R.N) e redatte dalla SOCIETÀ ITALIANA DI NUTRIZIONE UMANA.

Occorre inoltre ricordare che l’importo del buono non è una regalia dello Stato a compensazione per la nostra patologia, ma è una cifra a parziale copertura della differenza fra il prezzo del prodotto “normale” e del corrispondente “senza glutine” per quanto riguarda quella parte di carboidrati che dobbiamo acquistare attingendo al registro nazionale dietetici e cioè ai prodotti sostitutivi senza glutine, come: pasta, farina, pane, fette, cracker, grissini, biscotti, dolci, etc.

Inoltre gli importi sono stati studiati tenendo conto del fabbisogno medio mensile di una persona per l’acquisto di quella quota di carboidrati tenendo conto che anche tra i carboidrati alcuni di essi sono naturalmente senza glutine (riso, patate, mais) e che grande parte della nostra alimentazione dovrebbe basarsi sui moltissimi alimenti naturalmente privi di glutine che non fanno parte della categoria dei carboidrati, come per esempio: carne, pollame, verdure, frutta …ecc.).

In Umbria  chi è diagnosticato celiaco/a ha diritto all’erogazione di alimenti senza glutine, il tetto di spesa mensile è spendibile in tutti gli esercizi convenzionati con la ASL.
Elenco degli esercizi autorizzati all’erogazione degli alimenti senza glutine: http://www.uslumbria1.gov.it/pagine/celiachia-informazioni-ed-approfondimenti-utili

In Umbria, con la D.G.R. 1141: “Prodotti senza glutine ai soggetti affetti da celiachia: ampliamento delle modalità di erogazione”,  si è ampliata l’erogazione gratuita degli alimenti consentendo anche a negozi specializzati e GDO la possibilità di potersi convenzionare con le ASL.
La dematerializzazione del buono consente ai celiaci umbri, tramite il proprio tesserino fiscale, di poter acquistare negli esercizi convenzionati in ogni punto della regione e fino al tetto di spesa mensile di cui si ha diritto.

Il responsabile della veridicità della dichiarazione di spesa è il soggetto assistito, cioè il celiaco; pertanto consigliamo sempre di verificare prima di firmare, per evitare o correggere eventuali errori, che gli articoli registrati siano effettivamente quelli che avete ritirato presso il vostro punto vendita. Ricordiamo che non è possibile acquistare a carico del SSN (quindi con il buono) prodotti non notificati e non iscritti nel registro nazionale degli alimenti. Nel caso involontariamente venissero acquistati prodotti non erogabili a carico del SSN si rischia un’accusa di truffa a carico del Servizio Sanitario Nazionale.

Per concludere la legge 123 del 4 luglio 2005, pubblicata nella Gazzetta Ufficiale 7 luglio 2005 n.156, sancisce le norme per la protezione dei soggetti malati di celiachia e riconosce ai celiaci una serie di diritti come per esempio il diritto all’erogazione gratuita di alimenti senza glutine. Successivamente, il Decreto Legge del 04/05/2006 stabilisce le norme e fissato i tetti massimi di spesa a livello nazionale per l’erogazione dei prodotti senza glutine.