Amaranto!

L’amaranto è una pianta originaria del Centro America, incluso erroneamente fra i cereali è in realtà uno pseudocereale.
È un alimento ricco di proteine, contiene lisina e amminoacidi essenziali; ha un elevato contenuto di fibre, ha un effetto positivo sulla digestione; è indicato per i bambini nel periodo dello svezzamento. Nonostante la sua coltivazione sia molto poco problematica e diffusa in tutto il mondo, ad oggi è un ingrediente poco usato nella nostra cucina.
Grazie all’assenza di glutine e all’elevato contenuto di fibre, è particolarmente digeribile ed è consigliato per le persone con disturbi gastrointestinali.
L’amaranto aiuta a mantenere il colesterolo nella norma e aiuta a ridurlo. Ha un indice glicemico basso.

“Mangiare è una necessità, mangiare intelligentemente è un’arte.” ( Francois de La Rochefoucauld)

 

Cereali senza glutine: Il Mais!

Il mais è fonte di acido folico e vitamina B1, è dunque indicato per l’alimentazione in gravidanza e per i bambini; inoltre presentando una buona quota di ferro e altri minerali può essere utile in caso di anemie.                           Il mais è un alleato per lo stomaco e intestino e facilita il rallentamento dell’assorbimento di zuccheri, contribuendo a mantenere bassi i livelli di glicemia nel sangue; grazie alle sue proprietà è in grado di tenere bassi i valori del colesterolo cattivo.                                         Nella nostra alimentazione, il mais ha una funzione prevalentemente di primo piatto, di piatto unico o di accompagnamento (contorno); i macronutrienti contenuti in maggior quantità sono i carboidrati; dal punto di vista salino, contiene discrete quantità di potassio.
I prodotti a base di mais sono introdotti nell’alimentazione del celiaco, in quanto non contengono glutine.
Ricordiamo sempre l’importanza di una dieta variata e raccomandiamo a tutti, celiaci e non di arricchire la propria dieta con tutti gli alimenti possibili, tenendo presente la necessità nutrizionale di ognuno.

Se non siamo disposti a vivere nella spazzatura, perché dovremmo accontentarci del cibo spazzatura.(Sally Edwards)